Colpo di stiletto / Ventimiglia torna “calda”. E il sindaco affonda

Versione stampabileVersione PDF
Colpo di stiletto / Ventimiglia torna “calda”. E il sindaco affonda
Enrico Ioculano, giovane sindaco in quota Partito democratico a Ventimiglia (Imperia, Italia), intorno alla metà di aprile: ordinanza con il divieto di distribuire cibo ed acqua ai migranti tornati ad accamparsi nelle vie della città in funzione del desiderato transito su suolo francese. Enrico Ioculano, lo stesso, pochi giorni più tardi: ritiro dell'ordinanza. Enrico Ioculano, lo stesso, in dichiarazioni riportate dalla stampa tra domenica 23 e lunedì 24 aprile: totale soddisfazione per il successo di Emmanuel Macron nel primo turno delle Presidenziali di Marianna. Enrico Ioculano, lo stesso, all'indomani dell'elezione di Emmanuel Macron che egli considera, se non sodale, almeno prossimo per ideologia: invio di un messaggio a Parigi con l'invito a riaprire la frontiera per i migranti. Enrico Ioculano, lo stesso, costretto l'altr'ieri a constatare il fatto che da Parigi “non risponderanno mai, non mi illudo”. Enrico Ioculano, lo stesso, dopo che sul confine italofrancese non è stato autorizzato il passaggio di varie centinaia degli stessi migranti: “Non possiamo autorizzare un altro centro di accoglienza (ne esiste già uno, sovraffollato, ndr), non possiamo essere la città dell'emergenza, un mese va bene, un anno va bene, al terzo anno la gente si adira”. Sindaco, in simpatia, un suggerimento: prima di confidare in certi “amici”, controlli meglio - e “prima” - se quelli su cui fa conto sono davvero amici.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry