Rapina di Monteggio, in manette l'autore: è un frontaliere del Comasco

Versione stampabileVersione PDF
Rapina di Monteggio, in manette l'autore: è un frontaliere del Comasco
57 anni, frontaliere, cittadino italiano originario del Sud e con residenza in provincia di Como. Un profilo si erano costruiti con sempre più stringente lavoro di crivello, gli inquirenti ticinesi, anche grazie alla collaborazione ovvero allo scambio di informazioni con pari autorità d'oltreconfine; ed a quel profilo furono associate stamane le manette, ché in arresto alle ore 5.23, sul transito del soggetto ad un valico verso Novazzano, venne tratto l'autore della rapina perpetrata cinque giorni addietro in via Cantonale a Monteggio, frazione Ponte Cremenaga, bersaglio il punto-vendita “Piccadilly” annesso alle pompe di benzina in una stazione di servizio. Il 57enne, come indicano “in uno” fonti di ministero pubblico e Polcantonale, è stato intercettato con “apposito dispositivo” - in sostanza: l'uomo era atteso dagli agenti, che sapevano anche quale fosse il veicolo con targhe italiane utilizzato dal malvivente - dopo “certosino lavoro d'inchiesta” che viene coordinata dal procuratore pubblico Moreno Capella. Nessuna indicazione circa l'eventuale recupero o circa le possibilità di recupero del bottino con cui il 57enne, dopo azione quasi fulminea (tre minuti in tutto, sabato 8 luglio, gli erano bastati per minacciare con arma da taglio una dipendente della stazione di servizio e per prelevare il denaro dalla cassa) si era dileguato dal luogo del crimine.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Ultimi commenti

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry