Italiano, quo vadis? / Prima «Arrividerci», poi... A(r)cci vostri

Versione stampabileVersione PDF
Italiano, quo vadis? / Prima «Arrividerci», poi... A(r)cci vostri
Circa la precedente gestione dell'evento “Moon&stars” a Locarno qualcosa si disse: che i programmi erano talvolta non azzeccati, che il rapporto con il territorio era inesistente (in altre parole: quelli venivano da predatori, incassavano e se la filavano), che i commercianti di piazza Grande subivano danni anziché ricevere beneficio da tale presenza, che certe imposizioni non si erano mai viste in una nazione democratica; e, tra l'altro, che gli atteggiamenti del personale - guai a cercare un responsabile: sport preferito, lì dentro, era lo scaricabarile - si situavano spesso tra il “cafonal” e lo scorretto, tanto di più perché gli addetti si rifiutavano categoricamente di far uso della lingua italiana (salvo zittirsi e scappare davanti ad un ordinario ancorché stentoreo “Verarschen Sie mich nicht”). Ma le cose sono cambiate, ci dicono, con la nuova proprietà (la “Msf Moon & stars festivals Sa”in subentro); e vedremo, a partire da domani, sull'esordio con “Macklemore & Ryan Lewis”. Per il momento, una constatazione: sul pannellone all'ingresso della piazza, ed in dimensioni visibili anche da Saturno, avevano scritto un ridicolo “Arrividerci”. Poi, resisi conto della corbelleria o forse perché qualcuno li aveva giustamente insultati, si sono buttati su una soluzione a modo loro: anziché correggere, hanno lanciato un drappo funereo sulla parte centrale della scritta sicché ora leggesi un “Arr...ci”. “Arrci”, che può stare per “Associazione delle relazioni culturali Catalogna-Israele”, o per “Al Rajhi company for co-operative insurance” con quotazione alla Borsa dell'Arabia Saudita, o per “American-russian chamber of commerce and industry”. Dilettanti, e patetici.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry